“La Montagna italiana nello sviluppo rurale: problematiche e prospettive economiche, sociali, ambientali e istituzionali”. Mauro Marcantoni partecipa all’evento organizzato dall’Accademia dei Georgofili a Firenze il 24 febbraio.
21/02/2017
Mauro Marcantoni vince il Premio Sibilla. A Roma, presso la Biblioteca del Senato della Repubblica, la premiazione il prossimo 8 ottobre.
01/10/2016

Mauro Marcantoni, sociologo e giornalista, dal 1998 dirige l’Istituto per l’Assistenza allo Sviluppo Aziendale di Trento (IASA). Dal 2006 è membro del Consiglio di Amministrazione di Unicredit Banca e dal 2007 è direttore di Tsm, Trentino School of Management, società di alta formazione i cui soci sono la Provincia autonoma di Trento, l’Università di Trento e la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento.
Autore di numerose pubblicazioni sullo sviluppo socio-economico di Province e Regioni, sull’organizzazione aziendale e sulla certificazione di qualità, Mauro Marcantoni collabora con autorevoli testate nazionali e locali per la cronaca economica, la qualità e i temi dello sviluppo.

Precedenti esperienze professionali

Dal 2004 a marzo del 2010: Presidente del Nucleo di Valutazione della Dirigenza della Provincia autonoma di Trento.

Dal 1971 al 1998: Dipendente della Provincia autonoma di Trento con le seguenti mansioni:
  • Dirigente Generale dei Dipartimenti: Programmazione, Affari Istituzionali, Personale e Organizzazione (1990-1998)
  • Dirigente Servizio Cultura (1984-1990)
  • Direttore del Centro di Orientamento Professionale (1976-1984)
  • Funzionario Assessorato Istruzione (1972-1976)

I CIECHI NON SOGNANO IL BUIO - Vivere con successo la cecità

di Mauro Marcantoni, Franco Angeli/Self-help, Milano, 2008, pagg. 240.
Copertina (clic per ingrandire)
I CIECHI NON SOGNANO IL BUIO - Vivere con successo la cecità

 

Un'analisi disincantata, ma carica di significati e di vere e proprie sorprese, del rapporto fra vedenti e ciechi. 

Il libro “I ciechi non sognano il buio. Vivere con successo la cecità”, presentato a ottobre 2008  all’Università LUISS di Roma, affronta una tematica difficile come quella dell’handicap con un approccio fortemente innovativo. Viene stravolta la visione corrente della cecità come limite invalidante, per proporre un’immagine più realistica dei ciechi e della loro esperienza.

 

Grazie alle riflessioni di Giuseppe De Rita, all’esperienza personale di Marcantoni, alle testimonianze di tre personaggi rappresentativi dei mondi dell’informazione, della scienza e dell’economia (Maria Concetta Mattei, Innocenzo Cipolletta, Gustavo Pietropolli Charmet) e alle ottanta storie di ciechi che hanno avuto “successo” proposte nel libro, ha preso forma un prodotto editoriale innovativo e per certi aspetti provocatorio. Un prodotto editoriale che rappresenta un importante passo avanti per superare sia i luoghi comuni che ancora impediscono ai ciechi di esprimere in modo compiuto le loro potenzialità, sia le barriere costruite da un’organizzazione sociale ad esclusiva misura di “vedente”.

All’autore Mauro Marcantoni, è stato assegnato il 22 gennaio 2009 il premio “Il Campione per la Cultura 2009” per la sua battaglia contro i pregiudizi sulla cecità. A far parte della giuria del premio, i direttori di 14 testate nazionali tra cui Paolo Mieli del Corriere della Sera,  Ferruccio de Bortoli del Sole 24 Ore, Giulio Anselmi de La Stampa, Vittorio Feltri di Libero, Mario Giordano de Il Giornale, Giovanni Morandi de Il Giorno, Carlo Verdelli de La Gazzetta dello Sport, Paolo Liguori di TgCom e Angelo Maria Perrino di Affari Italiani.


Premio "Il Campione per la cultura 2009"