“La Montagna italiana nello sviluppo rurale: problematiche e prospettive economiche, sociali, ambientali e istituzionali”. Mauro Marcantoni partecipa all’evento organizzato dall’Accademia dei Georgofili a Firenze il 24 febbraio.
21/02/2017
Mauro Marcantoni vince il Premio Sibilla. A Roma, presso la Biblioteca del Senato della Repubblica, la premiazione il prossimo 8 ottobre.
01/10/2016

Mauro Marcantoni, sociologo e giornalista, dal 1998 dirige l’Istituto per l’Assistenza allo Sviluppo Aziendale di Trento (IASA). Dal 2006 è membro del Consiglio di Amministrazione di Unicredit Banca e dal 2007 è direttore di Tsm, Trentino School of Management, società di alta formazione i cui soci sono la Provincia autonoma di Trento, l’Università di Trento e la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento.
Autore di numerose pubblicazioni sullo sviluppo socio-economico di Province e Regioni, sull’organizzazione aziendale e sulla certificazione di qualità, Mauro Marcantoni collabora con autorevoli testate nazionali e locali per la cronaca economica, la qualità e i temi dello sviluppo.

Precedenti esperienze professionali

Dal 2004 a marzo del 2010: Presidente del Nucleo di Valutazione della Dirigenza della Provincia autonoma di Trento.

Dal 1971 al 1998: Dipendente della Provincia autonoma di Trento con le seguenti mansioni:
  • Dirigente Generale dei Dipartimenti: Programmazione, Affari Istituzionali, Personale e Organizzazione (1990-1998)
  • Dirigente Servizio Cultura (1984-1990)
  • Direttore del Centro di Orientamento Professionale (1976-1984)
  • Funzionario Assessorato Istruzione (1972-1976)

FRANCO BERNABÉ

di Mauro Marcantoni, Collana Profili Protagonisti | tsm-Trentino School of Management, Trento, 2010,pagg. 86.
Copertina (clic per ingrandire)
FRANCO BERNABÉ

 

Nato a Vipiteno, in Alto Adige, Bernabè si forma tra Innsbruck e Torino, con uno stage americano, all’ultimo anno di liceo, che segnerà profondamente il suo modo di vedere la democrazia e l’impresa. Si laurea a Torino in Scienze politiche, poi una brillante carriera che lo porta ad assumere responsabilità di prim’ordine in aziende di grande prestigio, come Fiat ed Eni. Oggi è Amministratore Delegato di Telecom Italia.